TorracaTorraca è uno dei borghi del basso Cilento, situato tra le colline e a ridosso della costa di Sapri. È un comune tra i più caratteristici del golfo di Policastro, ha origini medievali infatti l’assetto urbano circonda il castello baronale. Il paese anticamente serviva come rifugio per le popolazioni costiere per sfuggire alla pirateria, ma le tombe lucane dimostrano che gia dal al IV sec. a.C. vi sorgevano insediamenti. Il borgo è un insieme di terrazzi e cortili che ha funto da fortezza durante la guerra del Vespro fra angioini e aragonesi (1282­1302) e successivamente nel 1806 il paese venne assaltato dalle truppe francesi che distrussero il castello baronale e il centro abitato, saccheggiandoli e privatizzandoli di opere d’arte e oggetti di valore. La presenza di diverse chiese fa eco a una notevole religiosità avuta durante i secoli passati, tra cui spicca la Chiesa Madre dedicata al Santo Patrono S. Pietro Apostolo e la chiesetta situata a pochi chilometri dal paese eretta in onore di Maria SS dei Cordici, oggi Santuario: è una delle costruzioni di Torraca più importanti, il Monastero greco affaccia sulla baia di Sapri. Il Santuario ha origini molto antiche, già nel 1626 era nota Santa Maria de Corticibus e vi veniva celebrata la Messa per i devoti fedeli. Si segnalano anche varie cappelle sparse nel piccolo centro, tra le quali la Cappella della Congrega, che affaccia nella medesima piazza della chiesa madre; la cappella di sant’Anna, poco distante; la cappella di sant’Antonio, in località san Rocco; la cappella di san Michele, nei pressi del castello baronale; la cappella dedicata alla Madonna di Loreto (ru Rito, in dialetto torrachese) in località “Salita Madonna del Rito”. Vi sono poi, fuori dall’abitato, in località san Fantino, i resti di una chiesetta un tempo intitolata a san Fantino, monaco e santo basiliano che ha operato nel Cilento, testimonianza della presenza dei monaci greci nella Lucania costiera.

MAPPA E INDICAZIONI STRADALI

 

Lascia un commento